Coronavirus: Israele ha lanciato un’applicazione mobile che avverte se sei vicino a un infetto

Il Ministero della Salute israeliano ha sviluppato e lanciato un’app mobile che avvisa se si è vicini a qualsiasi COVID-19 infetto.

Il programma, chiamato “Maguen” (Shield, in ebraico), può essere scaricato gratuitamente dal sito web Health ed è stato sviluppato per contenere la diffusione della malattia, che nel paese registra circa 1.200 casi e ha causato per il momento un singolo defunto.

“Questa applicazione raccoglierà i dati di posizione e confrontarli con le posizioni delle persone infettate dal virus,”Le istruzioni del programma affermano che l’utente verrà notificato se una qualsiasi delle loro posizioni corrispondono alle posizioni che sono state colpite dalla malattia.

È l’utente stesso che, quando si installa l’applicazione, gli dà il permesso di geolocalizzarlo, un trasferimento di dati che molti fanno con altre applicazioni, come guidarti in una direzione (Waze), l’acquisto di beni di seconda mano o comunicazioni.

Il sistema di Maguen contiene i dati sulla posizione degli infetti e delle persone che erano in contatto con loro, informazioni che coprono i loro movimenti durante le due settimane che precedono la loro diagnosi, sanitaria oggi. Questi dati sono memorizzati sul cellulare e condivisi con tale ministero, incaricati di fornire gli avvisi pertinenti.

Le autorità israeliane utilizzano i mezzi tecnici dei servizi di intelligence per tracciare attraverso i loro cellulari dove i malati erano (da due settimane prima del test) e le persone sospettate di essere infettati.

L’uso di questo strumento, che è stato utilizzato solo nella lotta contro il terrorismo, è stato criticato per la violazione del diritto alla privacy dei cittadini.

Il coronavirus, che ha colpito duramente la Cina lo scorso dicembre, continua ad espandersi e ha già più di 294.000 infetti in tutto il mondo, mentre il defunto raggiunge quasi 13.000, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Israele ha adottato forti restrizioni nelle ultime settimane, che hanno fortemente paralizzato la sua vita quotidiana e la sua attività economica. Finora questo mese, il tasso di disoccupazione è quadruplicato al 17,6%, con oltre 572.000 nuove persone senza lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *