Giocare sul lato del bene (I)

Nelle consegne precedenti solleviamo, discutiamo e apprezziamo positivamente la portata della virtualità, comprendendo così il vasto mondo che spazia dalle tecnologie dell’informazione e della comunicazione applicate ai processi di insegnamento e apprendimento ai videogiochi commerciali per scopi ricreativi e ricreativi.

A nostro parere, l’apprendimento utilizzando tablet, computer e telefoni cellulari offre molteplici vantaggi, poiché grazie a loro è possibile migliorare:

– abilità visive e uditive,
– capacità di lavoro di gruppo e organizzazione,
Memoria,
orientamento su mappe e piani,
– la capacità di prendere decisioni rapidamente,
– comunicazione con gli altri, altri che risultano, nella maggior parte dei casi, diversi sia linguisticamente che culturalmente.

Ancora più specifici benefici possono essere ottenuti, grazie allo sviluppo della gamification, che si riferisce direttamente ai videogiochi, in particolare con i cosiddetti giochi seri.

Che cos’è l’amazione? Si tratta di una tecnica utilizzata in diversi campi che comporta l’acquisizione di conoscenze, competenze e competenze attraverso la meccanica di gioco, con o senza dispositivi elettronici.

Educatori, addestratori militari, simulatori di volo sono alcuni degli esempi più comuni, ma, a poco a poco, la gamification ha lasciato l’aula e ha raggiunto cliniche e ospedali, dove viene utilizzato per formare il personale sanitario allo stesso tempo per aiutare i bambini e gli adulti a migliorare i sintomi di tutti i tipi di disturbi neurologici e mentali.

Recentemente, possiamo parlare di un reale impegno per la formazione degli operatori sanitari attraverso giochi seri, cioè quei giochi sviluppati per scopi specifici, al di là del divertimento o del tempo libero, legati all’ambiente sanitario, al ruolo del medico, alle aspettative sociali, ai progressi della medicina, alla sicurezza dei pazienti , questioni etiche.

Potremmo dire che questi giochi costituiscono un modo furtivo di apprendimento, perché l’obiettivo educativo è mescolato con il fattore di intrattenimento, permettono di praticare procedure molto delicate in un ambiente controllato e virtuale al fine di ridurre i possibili errori durante l’esecuzione in realtà.

Come abbiamo detto prima in relazione ai giovani, ma ora riferendosi al settore sanitario, l’applicazione delle tecnologie in questi ambienti faciliterà:

– l’acquisizione di conoscenze di base,
– miglioramento del processo decisionale
Ottimizzare le capacità di lavorare in team,
– variazione percettiva,
– il coordinamento delle capacità psicomotorie,
– lo sviluppo dell’empatia,
– approfondimento delle pratiche per affrontare eventi rari o critici.

Esempi di questi sono podcast, video con aule invertite, applicazioni mobili, videogiochi e simulazioni e simulatori.

Tra i simulatori più noti e tradizionali offerti al personale medico per la formazione di competenze è eMedOffice che ha lo scopo di insegnare agli studenti di medicina l’organizzazione e le basi della pratica medica in un ambiente di apprendimento basato sui problemi.

La formazione continua è utile e necessaria, anche se la buona volontà non è sufficiente per realizzarla, poiché ha un costo associato elevato, che non sempre può essere raggiunto. Ecco perché è necessario che le istituzioni e i governi si assumano le responsabilità, gli impegni e gli investimenti richiesti da queste tecnologie.
Ecco alcuni esempi in diversi rami di professionisti della salute. Va chiarito che i giochi gravi menzionati sono stati testati e convalidati da commissioni di esperti in ogni settore.

Se parliamo di interventi chirurgici, ci sono giochi e simulatori che consentono di eseguire diverse procedure chirurgiche, dalla sostituzione del ginocchio alle malattie cardiache.

Nel primo caso, il gioco inizia nella sala commerciale e con il punto di vista dell’utente, dal momento che è lui che deve conoscere i passaggi corretti per eseguire la procedura, così come gli strumenti necessari; gli altri avatar come infermiere, assistenti e pazienti appaiono sulla scena.

Nel secondo caso, le procedure di cardiochirurgia laparoscopica, che permette attraverso la simulazione, di manipolare gli strumenti chirurgici modellando accuratamente l’ambiente virtuale.

Per i dentisti, BreakAwayo offre un’ampia gamma di possibilità, che vanno dall’area dei protocolli diagnostici al processo decisionale e al trattamento per una migliore terapia del paziente e risultati di gestione del rischio. Gli utenti interagiscono con il paziente presso un dentista virtuale in un ufficio 3D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *